Pubblicazioni     

         
 

Iscritti
 Utenti: 967
Ultimo iscritto : namia86
Lista iscritti

Log in
Login
Password
Memorizza i tuoi dati:

Visitatori
Visitatori Correnti : 48
Membri : 0

Se vuoi ricevere la nostra newsletter devi essere un utente registrato
Iscriviti

microBox

Eventi
<
Novembre
>
L M M G V S D
-- -- -- -- 01 02 03
04 05 06 07 08 09 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 --

Questo mese

Vetrina

 


Vetrina


 
INVALIDITA' CIVILE E LEGGE 104/92 - normativa
Inserito il 18 aprile 2007 alle 20:05:50 da Dal Web.

INVALIDITA' CIVILE E LEGGE 104/92 - normativa

INVALIDITA’ CIVILE

E’ il riconoscimento di una menomazione fisica o psichica permanente, che da diritto ad alcuni benefici in campo lavorativo, economico e sanitario.
La legge 118 ’71, definisce invalidi civili i cittadini affetti da minorazioni congenite o acquisite….che abbiano subito una riduzione permanente della capacità lavorativa non inferiore a 1/3, o se minori, che abbiano difficoltà persistenti a svolgere i compiti e le funzioni proprie della loro età.

1. DOMANDA PER IL RICONOSCIMENTO DELL’IVALIDITA’ CIVILE

Le domande per il riconoscimento dell’invalidità civile devono essere presentate presso la ASL di appartenenza, l’accertamento viene effettuato dalla Commissione Medico-Legale per invalidi civili, tramite visita medica a seguito di convocazione.

Le domande vanno compilate su apposito modulo, reperibile presso la propria ASL e devono essere correlate da:


1. Certificato medico rilasciato dal medico curante o da una struttura pubblica

2. Documentazione sanitaria attestante il tipo di patologia


2.VISITA

La visita medica avviene normalmente presso la ASL .Il soggetto che ha presentato domanda riceve a casa,tramite raccomandata,l’invito indicante il giorno e l’ora in cui bisogna presentarsi per la visita;bisogna portare con sé la documentazione medica in fotocopia(cartelle cliniche,relazioni mediche ,certificati,ecc.) ed è possibile farsi assistere durante la visita da un medico di fiducia. La Commissione,prima di procedere ad una valutazione definitiva,può disporre che il soggetto si sottoponga ad ulteriori accertamenti da effettuarsi presso le strutture sanitarie della ASL.


2. RICORSI

Contro gli accertamenti sanitari effettuati dalle A.S.L. e dalle Commissioni Mediche, si può presentare ricorso dinanzi alla competente Autorità giudiziaria (art.42,comma 3,del decreto legge n.269 del 2003,modificato dalla legge n.326 del 2003) entro il termine massimo dei 6 mesi dalla data di comunicazione del verbale da parte della Commissione.
Alla domanda di ricorso deve essere allegata copia dei verbali di visita e la documentazione sanitaria che documenti la condizione clinica.


3. DOMANDA PER IL RICONOSCIMENTO DELL’AGGRAVAMENTO

Nel caso in cui le condizioni del bambino subiscano un peggioramento in seguito all’ottenimento del riconoscimento dell’invalidità civile,si può richiedere il riconoscimento dell’aggravamento.
La domanda va presentata seguendo lo stesso iter burocratico necessario per il riconoscimento dell’invalidità civile,naturalmente allegando la documentazione sanitaria attestante l’aggravamento delle condizioni generali.

La legge considera varie soglie di invalidità e in corrispondenza di queste prevede diversi benefici, riconosciuti dalla Commissione Medica per gli accertamenti degli stati di invalidità:


4. INDENNITA’ DI ACCOMPAGNAMENTO

Viene riconosciuta agli invalidi civili totali (100%) che si trovano nell’impossibilità di deambulare senza aiuto permanente di un accompagnatore o che non sono in grado di compiere gli atti quotidiani della vita.

• Limite di reddito personale annuo: NESSUNO
• Importo Euro 426,09 circa, per 12 Mensilità


5. PENSIONE DI INABILITA’

Viene riconosciuta agli invalidi totali (100%) di età compresa tra i 18-65 anni

• Limite di reddito personale annuo: Euro 12796,09
• Importo Euro 218.65 circa, X 13 Mensilità


6. INDENNITA’ MENSILE DI FREQUENZA
(Legge 11/10/1990 n. 298)

Viene riconosciuta agli invalidi civili minori di 18 anni, con difficoltà a svolgere le funzioni proprie dell’età, o ipoacusici, che frequentino un centro di riabilitazione, di formazione professionale, scuole di ogni ordine e grado.

• Limite di Reddito Personale annuo: Euro 3755,83
• Importo: Euro 218,65 circa, x 12 Mensilità


7. ASSEGNO MENSILE DI ASSISTENZA

Viene riconosciuto agli invalidi civili parziali (74 – 99 %) di età compresa tra i 18 – 65 anni

• Limite di Reddito Personale annuo: Euro 3755,83
• Importo: Euro 218,65


8.RICONOSCIEMENTO DELLO STATO DI HANDICAP (Legge 104 ‘ 92)

Secondo la Legge 5-02-1992 n. 104. è persona Handicappata colui che presenta una minorazione, fisica o psichica, che è causa di difficoltà di apprendimento, di integrazione lavorativa, tanto da determinare uno svantaggio sociale.
Quando la minorazione riduce l’autonomia, tanto da rendere necessario un intervento assistenziale permanente, l’handicap viene riconosciuto grave. L’accertamento dello stato di handicap viene effettuato presso le A.S.L. mediante la Commissione Medica per gli accertamenti degli stati di invalidità.


9. PRESIDI SANITARI:

Per l’ottenimento dei presidi sanitari è necessario aver inoltrato la domanda di invalidità civile; il numero di protocollo della richiesta è sufficiente per accedere a tali servizi.

Una volta indicato dal personale medico il tipo di presidio necessario, deve essere contattata la ditta ortopedica per avere un preventivo di spesa; il tecnico della ditta effettuerà personalmente i rilevamenti.

Tale preventivo di spesa, unitamente alla richiesta di Invalidità Civile,o al verbale del riconoscimento se già in possesso, va presentato all’Ufficio Protesico della A.S.L. di appartenenza dove si ottiene il visto dell’Azienda Sanitaria ad avere il presidio richiesto a carico della Regione.
Il preventivo di spesa approvato dall’ufficio protesico deve essere riportato alla ditta contattata per ritirare il presidio richiesto.

Per contattare i suddetti uffici si può chiamare il centralino dell’A.S.L. di appartenenza.
Ad esempio per quanto riguarda le A.S.L. del Lazio :

- A.S.L. Roma A (Circoscrizioni I – II – III – IV) tel. 06/77301;
- A.S.L. Roma B (Circ. V – VII – VIII – X) tel. 06/41431;
- A.S.L. Roma C (Circ. VI – IX – XI – XII) tel. 06/51001;
- A.S.L. Roma D (Circ. XIII – XV – XVI e Comune di Fiumicino) tel. 800/018972;
- A.S.L. Roma E (Circ. XVII – XVIII – XIX- XX) tel. 06/68351;
- A.S.L: Roma F (Civitavecchia) tel. 0766/5911;
- A.S.L. Roma G (Tivoli) tel. 0774/3161;
- A.S.L. Roma H (Albano Laziale) tel. 06/9307648;
- A.S.L. Viterbo tel. 0761/3391;
- A.S.L: Rieti tel. 0746/2781;
- A.S.L. Latina tel. 0773/6571;
- A.S.L. Frosinone tel. 0775/8821.

10. CAD (Centri di Assistenza Domiciliare medico-infermieristica)

I CAD sono strutture della A.S.L. preposte all’assistenza medico-infermieristica domiciliare: la loro funzione è quella di effettuare le prestazioni specialistiche di cui ha bisogno il paziente a domicilio.
Per l’attivazione di questo Servizio è necessario un certificato medico rilasciato dal medico di famiglia, o dallo specialista che ha in cura il paziente, dove siano specificate :

• Diagnosi;
• Attrezzature richieste a domicilio;
• Tipo di intervento;
• Frequenza dello stesso.

Tale certificazione va presentata presso l’ufficio CAD della A.S.L. di appartenenza.
Si consiglia un primo contatto telefonico.


11.ESENZIONE DAL PAGAMENTO DEI TICKET

Sono esentati: i cittadini di età inferiore ai 6 anni e superiore ai 60;
le persone affette da particolari forme morbose previste nel D.M.S.del 28 Maggio 1999,n.329 limitatamente ai farmaci e alle prestazioni necessarie per la patologia stessa ;
gli invalidi civili con una riduzione della capacità lavorativa superiore ai 2/3;
gli invalidi civili con una invalidità riconosciuta del 100%

L’accertamento delle forme morbose che danno diritto all’esenzione viene effettuato esclusivamente presso strutture sanitarie pubbliche.
La A.S.L. rilascerà l’attestato di esenzione sulla base delle certificazioni sanitarie redatte dalle strutture sanitarie pubbliche,o sulla base della documentazione attestante l’appartenenza ad una delle categorie di cittadini esentati.
L’attestato deve contenere l’indicazione della forma morbosa che dà diritto all’esenzione ,o l’indicazione dell’appartenenza ad una determinata categoria.













































I nostri banner

 
 © La Quercia Millenaria 
Contattami
Realizzato con ASP-Nuke 2.0.6 derivato da ASP-Nuke v1.2
creato da tntlab ottimizzato per internet explorer
RINGRAZIAMENTI

Questa pagina è stata eseguita in 8,398438E-02secondi.
Versione stampabile Versione stampabile
nel nostro sito si parla di gravidanza patologica e cura del feto terminale. i nostri specialisti operano terapia fetale invasiva in gravidanza con patologie fetali; alcune patologie sono agenesia renale, ostruzione renale, displasia polmonare, agenesia polmonare ma anche anencefalia. ci troviamo di fronte a un feto con patologie oppure patologie materno fetali.E' importante il rapporto medico paziente specie con il chirurgo fetale. Al policlinico Gemelli, il prof. Noia,collabora presso centro per i feti terminali. Il nostro centro di aiuto con una rete di famiglie e una rete di specialisti - specialisti in chirurgia, pediatria, psicologia, sostegno della coppia- si occupano anche di aborto terapeutico, spina bifida, feto polimalformato e gravidanza patologica amniocentesi. Seguiamo casi di ipoplasia polmonare, displasia renale ed idronefrosi o anche idrope fetale, gozzo fetale, ernia diaframmatica, piede torto. E' importante diagnosi prenatale, un centro di neonatologia, di pediatria, e urologia, per seguire le malformazioni urinarie, le infezioni delle vie urinarie(nell'uretere, uretra, reni, vescica, in caso di rene displastico oppure ipertono vescicale o fimosi, ipospadia,ma anche di epispadia); altri problemi sono idrocefalia ma anche acrania o anencefalia.Casi frequenti di trap sequence, twin twin transfusion syndrome(detta anche ttt-s o trasfusione feto fetale) e cardiopatia fetale.