Pubblicazioni     

         
 

Iscritti
 Utenti: 956
Ultimo iscritto : Antonellaizzo
Lista iscritti

Log in
Login
Password
Memorizza i tuoi dati:

Visitatori
Visitatori Correnti : 34
Membri : 0

Se vuoi ricevere la nostra newsletter devi essere un utente registrato
Iscriviti

microBox

Eventi
<
Novembre
>
L M M G V S D
-- -- 01 02 03 04 05
06 07 08 09 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 -- -- --

Questo mese

Vetrina

 


Vetrina


 
17 maggio 2008
Inserito il 20 maggio 2008 alle 00:41:00 da Staff.

17 maggio 2008

Primo step della oramai imminente apertura del Ramo Puglia per La Quercia Millenaria Onlus. Il prof. Noia ha presentato la sua relazione all'interno del convegno intitolato "La Terapia delle Malformazioni Fetali", all'Ospedale "F. Miulli" di Acquaviva delle Fonti (Bari) all'interno del quale operano tre medici del nostro comitato scientifico: la Dr.ssa Grazia Bellanova (genetista), la Dr.ssa Ludovica Carli (ginecologa) e la Dr.ssa Enrica Squicciarini (neonatologa).
Come famiglie testimoni erano presenti i nostri Coordinatori per il Ramo Puglia, Rocco e Annalisa Didonna; la famiglia Iodice Giuseppe e Francesca, genitori del piccolo Karol, e una delle famiglie da noi sostenute recentemente.
Questo il racconto dell'evento, resoci da Annalisa e Rocco Didonna, Coordinatori Regionali del Ramo Puglia:

IL SEME È STATO PIANTATO

È stato piantato un seme… Nella sala convegni dell’ospedale Miulli di Acquaviva delle Fonti (BA), le
dottoresse Bellanova Grazia, Carli Lodovica e Squicciarini Enrica, referenti scientifiche del Ramo Puglia,
hanno organizzato un meeting scientifico-esperienzale dal titolo “La terapia delle malformazioni fetali”
invitando il Prof. Noia, e le coppie-testimoni della Quercia Millenaria.

Dopo un breve saluto del Direttore Sanitario del reparto di Ostetricia e Ginecologia dell’ospedale, Dr.
Pontrelli, e un’introduzione di Don Laddaga, la Dr.ssa Bellanova presenta ai medici e paramedici in sala il
Prof. Noia, che come al solito incanta tutti i presenti con una lezione magistrale arricchita con Presentazioni in
PowerPoint de La Quercia Millenaria. In aula la partecipazione e l’attenzione sono notevoli.

Dopo un piccolo break il Professore ha presentato la testimonianza di Rocco e Annalisa Didonna, che hanno raccontato la storia del piccolo Samuele, non senza emozioni, poi quella di Giuseppe e Francesca Iodice che con il piccolo Emmanuel Karol in braccio, hanno parlato della loro esperienza, infine quella coppia ospite.
Sicuramente queste testimonianze hanno colpito i presenti, perché si respirava nell’aria una grande emozione che si palesava dagli interventi di alcuni.

Dopo la pausa pranzo, le dottoresse volevano incontrare le famiglie, e in questo frangente si è proprio visto che il
meeting ha avuto successo perché oltre alle famiglie, in aula c’erano anche alcuni dottori e ostetriche
dell’ospedale oltre al direttore Dr. Pontrelli.

Le dottoresse hanno quindi espresso il loro invito a darsi da fare all'interno del Miulli per sostenere, ognuno con le proprie capacità, il "SI alla Vita".

Gli interventi sono stati numerosi e tutti importanti, e a questo punto il Dr. Pontrelli ha comunicato che
avrebbe parlato con il Governatore (il Vescovo che gestisce l'Ente Ecclesiastico che ha la potestà sull'Ospedale Miulli) per chiedere di poter avere a disposizione alcune stanze del vecchio
ospedale da utilizzare a beneficio de La Quercia Millenaria e delle famiglie che devono affrontare una
gravidanza patologica.

Al momento dei saluti alcuni presenti si sono resi disponibili a condividere questo progetto.

Il seme è stato piantato… adesso aspettiamo che porti frutti!!!
















I nostri banner

 
 © La Quercia Millenaria 
Contattami
Realizzato con ASP-Nuke 2.0.6 derivato da ASP-Nuke v1.2
creato da tntlab ottimizzato per internet explorer
RINGRAZIAMENTI

Questa pagina è stata eseguita in 0,09375secondi.
Versione stampabile Versione stampabile
nel nostro sito si parla di gravidanza patologica e cura del feto terminale. i nostri specialisti operano terapia fetale invasiva in gravidanza con patologie fetali; alcune patologie sono agenesia renale, ostruzione renale, displasia polmonare, agenesia polmonare ma anche anencefalia. ci troviamo di fronte a un feto con patologie oppure patologie materno fetali.E' importante il rapporto medico paziente specie con il chirurgo fetale. Al policlinico Gemelli, il prof. Noia,collabora presso centro per i feti terminali. Il nostro centro di aiuto con una rete di famiglie e una rete di specialisti - specialisti in chirurgia, pediatria, psicologia, sostegno della coppia- si occupano anche di aborto terapeutico, spina bifida, feto polimalformato e gravidanza patologica amniocentesi. Seguiamo casi di ipoplasia polmonare, displasia renale ed idronefrosi o anche idrope fetale, gozzo fetale, ernia diaframmatica, piede torto. E' importante diagnosi prenatale, un centro di neonatologia, di pediatria, e urologia, per seguire le malformazioni urinarie, le infezioni delle vie urinarie(nell'uretere, uretra, reni, vescica, in caso di rene displastico oppure ipertono vescicale o fimosi, ipospadia,ma anche di epispadia); altri problemi sono idrocefalia ma anche acrania o anencefalia.Casi frequenti di trap sequence, twin twin transfusion syndrome(detta anche ttt-s o trasfusione feto fetale) e cardiopatia fetale.