Pubblicazioni     

         
 

Iscritti
 Utenti: 967
Ultimo iscritto : namia86
Lista iscritti

Log in
Login
Password
Memorizza i tuoi dati:

Visitatori
Visitatori Correnti : 51
Membri : 0

Se vuoi ricevere la nostra newsletter devi essere un utente registrato
Iscriviti

microBox

Eventi
<
Settembre
>
L M M G V S D
-- -- -- -- -- -- 01
02 03 04 05 06 07 08
09 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 -- -- -- -- -- --

Questo mese

Vetrina

 


Vetrina


 
Il Foglio - 18 luglio 2008
Inserito il 20 luglio 2008 alle 19:55:56 da Massimo Losito.

Il Foglio - 18 luglio 2008

ELUANA - Il Ciclo dell'Acqua
Ecco il mio racconto della serata pazza di ieri.
I bambini già diligentemente coi loro pigiamini, mi hanno guardato parecchio attoniti (e infastiditi) quando ho detto loro che dovevano rivestirsi.
E ho raccontato di un nuovo originale "ciclo dell'acqua": essa si deposita in bottiglia da una parte, poi evapora a causa del calore umano che la fa salire al cielo come una preghiera, e poi di lì ridiscende altrove perché dia vita ad una famiglia assetata.
E ho parlato loro di lei, direttore – ormai, lo sa, è di famiglia-, di Eluana e del suo papà e del bisogno che hanno delle nostre bottiglie d'acqua.
Attonito poi sono rimasto io, quando Stefano, 9 anni, ha paragonato il sondino di Eluana ad un vitale cordone ombelicale; e quando Marco, il mio secondo, si è alzato zelante esclamando "e allora riempiamo una bottiglia!" e via in cucina a iniziare l'idrica missione.
Giacomo ci ha seguito allegro, potendo ancora una volta - come nella recita dell'asilo- diventare lui stesso una gocciolina d'acqua. Completava la processione coi suoi incerti passi da papero Emanuele, con uno dei suoi biberon, pronto a lasciarlo, con orgoglio da grande, in mezzo alle altre bottiglie. E infine, o forse, per prima, mia moglie: condivideva in pieno quella pazzia e per di più non le pareva vero che la portassi a fare un giro per Roma.
E siamo partiti. Una tonda e bella luna ci accompagnava dall'alto, ricordo del volto di quel figlio diverso, che ci ha lasciato dopo un solo giorno di vita fragile. «ciao, Francesco, anche tu stanotte con noi…».
Roma con il suo estivo abito da sera è veramente bella, e, in questo pazzo viaggio, ancora più belle sono le sue splendide fontane: ancora acqua, che fa bella, che illumina. Sono ossessionato dall'acqua. Sorella Acqua, nella quale siamo stati tutti immersi in un battesimo per la vita.
La nostra missione però non è andata a buon fine, ormai era tardi, niente più bottiglie sul Campidoglio; ma dietro ciò che poteva apparire un fallimento, invece, nessuna delusione, semmai una occasione. Di essere famiglia. Di essere padre. Di essere io stesso acqua, io troppo spesso così secco di amore. Si ama sempre toppo poco. Siamo sempre troppo poco.
Poi di nuovo a casa, a dormire. Su ogni comodino, un bicchiere colmo.
C’è bisogno di acqua per ogni vita. Hanno bisogno di acqua anche i fiori di un cimitero.
In questa storia il dolore ha avuto la sua acqua, lacrime di pianto. Ora è l’amore che ha sete.

Massimo Losito, Roma

I nostri banner

 
 © La Quercia Millenaria 
Contattami
Realizzato con ASP-Nuke 2.0.6 derivato da ASP-Nuke v1.2
creato da tntlab ottimizzato per internet explorer
RINGRAZIAMENTI

Questa pagina è stata eseguita in 0,0625secondi.
Versione stampabile Versione stampabile
nel nostro sito si parla di gravidanza patologica e cura del feto terminale. i nostri specialisti operano terapia fetale invasiva in gravidanza con patologie fetali; alcune patologie sono agenesia renale, ostruzione renale, displasia polmonare, agenesia polmonare ma anche anencefalia. ci troviamo di fronte a un feto con patologie oppure patologie materno fetali.E' importante il rapporto medico paziente specie con il chirurgo fetale. Al policlinico Gemelli, il prof. Noia,collabora presso centro per i feti terminali. Il nostro centro di aiuto con una rete di famiglie e una rete di specialisti - specialisti in chirurgia, pediatria, psicologia, sostegno della coppia- si occupano anche di aborto terapeutico, spina bifida, feto polimalformato e gravidanza patologica amniocentesi. Seguiamo casi di ipoplasia polmonare, displasia renale ed idronefrosi o anche idrope fetale, gozzo fetale, ernia diaframmatica, piede torto. E' importante diagnosi prenatale, un centro di neonatologia, di pediatria, e urologia, per seguire le malformazioni urinarie, le infezioni delle vie urinarie(nell'uretere, uretra, reni, vescica, in caso di rene displastico oppure ipertono vescicale o fimosi, ipospadia,ma anche di epispadia); altri problemi sono idrocefalia ma anche acrania o anencefalia.Casi frequenti di trap sequence, twin twin transfusion syndrome(detta anche ttt-s o trasfusione feto fetale) e cardiopatia fetale.