Forum     

         
 

Iscritti
 Utenti: 958
Ultimo iscritto : madison1234
Lista iscritti

Log in
Login
Password
Memorizza i tuoi dati:

Visitatori
Visitatori Correnti : 60
Membri : 0

Se vuoi ricevere la nostra newsletter devi essere un utente registrato
Iscriviti

microBox

Eventi
<
Giugno
>
L M M G V S D
-- -- -- -- 01 02 03
04 05 06 07 08 09 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 --

Questo mese

Vetrina

 


Vetrina


 
Forum La quercia millenaria-tutela della maternità e della vita nascente
Forum
  INTERVENTO CHIRURGICO PER GIONA
      Intervento chirurgico per Giona
         sono nuova

sono nuova
Autore Messaggio
patry

Principiante
Principiante
9 Discussioni



Profilo - patry
01 giugno 2008 alle 21:22:32 Profilo - patryInvia un messaggio privato Rispondi quotando
di questo forum, ci sono capitata per caso, e devo dire che sono rimasta veramente allibita..parlate di sofferenza donata a Gesù e cose del genere, ma quale sofferenza? state parlando della sofferenza di esseri che non hanno potuto e non possono scegliere, per cui VOI, con la vostra presunzione e arroganza intellettuale avete scelto e in base a cosa? a delle credenze totalmente illogiche e irrazionali..la VOSTRA fede in Dio, la VOSTRA religione, solo un mucchio di superstizioni basate sul nulla, o meglio sulla paura di morire.. voi soffrite in quanto madri, e io rispetto questa sofferenza come tutte le sofferenze, ma voi l'avete scelta, i vostri figli no.. io lo chiamo egoismo, non generosità.. cmq vi auguro lo stesso ogni bene, lo auguro soprattutto a quei poveri esseri innocenti e incolpevoli,
pakmam

Utente
Utente
100 Discussioni



Profilo - pakmam
01 giugno 2008 alle 21:38:12 Profilo - pakmamInvia un messaggio privato Rispondi quotando
Modificato il 01 giugno 2008 alle 21:41:36

Egoista è chi sceglie la vita o la morte per un altro!!! Parli di 'rispetto', ma tu non conosci il significato di tale valore e tanto meno ne hai per la VITA... sono io ad essere allibita di come possano esserci certi pensieri e "non valori" nei cuori delle persone...
---------------
Pakita 8)
alina

Amatore
Amatore
27 Discussioni



Profilo - alina
01 giugno 2008 alle 22:50:22 Profilo - alinaInvia un messaggio privato Rispondi quotando
Mi dispiace per te, Patri.La vita dovrebbe essere molto dura per te. Su di una cosa hai ragione: quelle piccole indifese creature non possono scegliere e gridare- NON UCCIDETEMI! SE NON POSSO VIVERE FATE MI MORIRE DIGNITOSAMENTE, MA NON MI TRASFORMARE IN UN SEMPLICE MATERIALE ABORTIVO, NON MI BUTTARE COME IMMONDIZIA!
Credimi, le mamme della "QUERCIA" non hanno bisogno della tua pieta ;hanno la forza e dignita.
Sai, invece di dare una breve occhiata sul sito,leggi il libro e ne sono convinta-cambierai opinione. E vedrai come cambia la tua vita.
MEG

Amatore
Amatore
33 Discussioni



Profilo - MEG
02 giugno 2008 alle 10:33:15 Profilo - MEGInvia un messaggio privato Rispondi quotando
egoismo? presunzione? arroganza? irrazionalità? speculazioni intellettuali? cara patry, non c'è posto per tutto questo nel cuore di queste mamme, te lo assicuro. i loro bambini avrebbero sofferto di meno se strappati dall'utero a forza e prima del tempo? credi che un "feto" non provi dolore, tu che parli di razionalità? ti prego di informarti... questi genitori non sono un branco di esaltati incoscienti, sono mamme e papà che hanno preferito tenere in braccio e coccolare i loro piccini fino all'ultimo, perché sentissero di non essere soli mentre lasciavano questo mondo, anziché vederli eliminati come spazzatura. QUESTA è dignità, e non c'entra neppure necessariamente con la fede: è umanità elementare.
ogni bene a te, patry...
m.elena
sabrina

Responsabile Forum

Esperto
Esperto
751 Discussioni



Profilo - sabrina
02 giugno 2008 alle 12:16:08 Profilo - sabrinaInvia un messaggio privato s.pietrangeli@gmail.com Rispondi quotando
Qui non sei entrata per caso... e non hai lasciato il tuo post "per caso", anche perchè per lasciare un post bisogna addirittura iscriversi, e tu hai perso almeno 3 minuti del tuo prezioso tempo per farlo.
Qui non ci sono un mucchio di povere idiote che si illudono di aver fatto una cosa bella in nome di un Dio sanguinario.
Qui ci sono donne che si sono fatte "culla" per creature che "altre" donne avrebbero fatto smembrare ed aspirare da un medico senza coscienza, per eliminare l'imperfezione dal mondo.
Vai a farti un giro su Google Immagini, alla voce "aborto". E dopo aver visto le foto di pezzi di essere umano pietosamente ricomposti e fotografati, vai a farti un altro giro nella pagina "testimonianze" di questo sito di pazze, e vedrai creature Sante, alcune già defunte, fotografate vestite con amore, onorate con l'ultimo saluto, benedette e riconsegnate al Creatore.
E poi, con la stessa rapidità con cui ti sei iscritta, prendi la tua decisione: rimani e porti rispetto a queste Madri, o sparisci da un luogo che è sacrilego calpestare?
alina

Amatore
Amatore
27 Discussioni



Profilo - alina
02 giugno 2008 alle 14:18:44 Profilo - alinaInvia un messaggio privato Rispondi quotando
Sai, Patry, ti devo dire anche un altra cosa.Quelle mamme hanno livello di coscenza talmente alta, che noi altri,giustamente, non riusciamo a comprendere. Non siamo in altezza.Dobbiamo mangiare ancora tanta pane dura per arrivarci, e chissa se ci riusciamo- siamo troppo vecchi.Io personalmente chino la testa d'avanti loro,d'avanti il loro altruismo,amore, misericordia e conoscenza dei valori della vita.
patry

Principiante
Principiante
9 Discussioni



Profilo - patry
02 giugno 2008 alle 14:28:35 Profilo - patryInvia un messaggio privato Rispondi quotando
E invece ci sono capitata proprio per caso e per curiosità.. mi spiace ma le cose accadono anche così, se ci metti la malizia è un problema tuo, io di malizia non ne ho, e ho anche interesse ad ascoltare persone che non la pensano come me, in un confronto dialettico e schietto, di cui mi pare voi abbiate paura..cosa significano altrimenti le parole che dici? bisogna essere d'accordo con voi o altrimenti fuori dal sito?.se non avete niente da temere perchè evitare i confronti? io non credo in Dio ma se ci credessi lo immaginerei molto più comprensivo e misericordioso di come lo dipingete voi..e aperto anche a chi non la pensa allo stesso modo! anzi, SOPRATTUTTO, cmq, è vero, la mia vita è difficile, la vita é difficile, e non è certo nascondendosi dietro a belle favole che si risolve..Il feto, per concludere, non ha certo il sistema nervoso autonomo sviluppato che ha un neonato o un bimbo di 5 anni..e quindi non è in grado di comprendere e di soffrire allo stesso modo.. Del resto lo dici tu stessa, quando parli di tuo figlio, che tutto capisce e tutto teme.. Un agglomerato di cellule non è un bambino, e lo sapete anche voi.. Cmq, ad ognuno le sue scelte e le conseguenze delle stesse, vi auguro di essere sempre serene e di non perdere mai la (illusione) fede, e soprattutto vi auguro che i vostri figli stiano benissimo e superino ogni avversità, con tutto il mio amore (è questo che mi ha spinto qui. anche se non ci crederete) e le mie preghiere laiche di ogni bene..Patry
alina

Amatore
Amatore
27 Discussioni



Profilo - alina
02 giugno 2008 alle 15:04:38 Profilo - alinaInvia un messaggio privato Rispondi quotando
Non abbiamo paura ad affrontare la discussione. Si puo discutere ,rispettando il punto di vista e le scelte dei altri. Nella tua prima lettera di rispetto non c'e nemmeno la traccia,Patry. Sai, poco tempo fa io pensavo e parlavo esattamente come te.Vivevo con un inferno nell'anima.Ecco da dove so che la vita è molto dura per te. E non posso dire,Che le cose sono cambiate per me in un giorno. Per me la vita non aveva il senso e io lottavo per scoprirlo, altrimenti non si puo vivere.Ho imparato di rispettare la vita.E prima di tutto la vita di un ancora nato, perche non si puo diffendere.Oggi andiamo sterminare ancora nati; domani-tutti malati ( non sono perfetti), dopodomani- i vecchi (sono diventati proprio non perfetti!). E se domani tu ti ammali e il tuo figlio con la scusa di misericordia fara staccare le atrezzature salvavita-ultima cosa, che proverai sara un immenso dolore-non fisico, ma quello del anima tua per il figlio-stronzo (scusa) che hai fatto crescere. Tutti tragedie del mondo sono capitate proprio per il disprezzo della vita umana- oggi del feto, domani di tutti altri che non entrano nelle scheme perfette chissa da chi inventate.Ma ne sono sicura che prima o poi capirai pure tu, vedo il tuo desiderio.
sabrina

Responsabile Forum

Esperto
Esperto
751 Discussioni



Profilo - sabrina
02 giugno 2008 alle 15:25:53 Profilo - sabrinaInvia un messaggio privato s.pietrangeli@gmail.com Rispondi quotando
Io capisco solo che c'è un fondo di grossa ignoranza, e parlo di ignoranza a livello scientifico, quindi senza offesa, a meno che tu non sia un medico.
Il sistema di difesa dal dolore di un "feto" se così vogliamo chiamarlo anche se è un bambino a tutti gli effetti, nasce con la produzione delle endorfine fisiologiche solo dopo la 27ma settimana, e la sua capacità di percepire il dolore è molto precoce, intorno alle 6 settimane. Allora, un aborto viene effettuato tra la 6° e la 12° settimana (quello volontario), e un aborto "terapeutico" entro la 24° settimana circa. Cioè, all'interno di questo arco di tempo in cui il bambino in utero, sente il dolore come un 700 X quando un bambino o un adulto lo sentono 7 X. Quindi il "feto" sente il dolore centuplicato, praticamente un feto smembrano ed aspirato con l'aspiratore (aborto), sente un dolore 100 volte superiore a quello di un bambino trattato chirurgicamente (però c'è l'anestesia!! quindi quanto dolore in realtà?). Per non parlare del bambino "eliminato" perchè imperfetto, cioè dopo la morfologica, attorno alla 21ma settimana. Bambino che nasce, a volte piange pure, e che viene lasciato morire in un secchio di rifiuti ospedalieri, completamente formato. E se non si "sbriga" a morire entro i 20 minuti, con il rischio che per legge debba essere forzatamente rianimato, qualche medico "coscienzioso" provvede subito a chiuderlo in un sacchetto così l'ossigeno se ne va e tanti saluti.
Allora, le mamme che sottopongono i figli a questi trattamenti, o non sanno come realmente funziona, oppure.... vedi tu....
Questa è la scienza. Come vedi non ci ho messo la fede dentro per nulla... si tratta di semplice realismo, quello che ti senti costretta a vivere tu ogni giorno, a causa delle tue ferite (per le quali prego Dio di riempirti di amore, e di sanare).
Quindi, prima di sbattermi in faccia la sofferenza di mio figlio, che tu non conosci e non devi vivere con lui, (senza considerare che mio figlio è portatore sano di gioia alla faccia di chi gli vuole male) sei pregata di usare un reale rispetto, e non quello di cui parli a fine lettera, che se ci fosse realmente stato, ti avrebbe costretta al silenzio e ad uscire da qui in punta di piedi.
Questo è sì, un forum riservato, a mamme che si sostengono a vicenda, è un sito che richiede l'iscrizione per poter parlare nel forum, e che quindi ha le peculiarità di un club privato. Si richiede una email (non fasulla) della persona che si iscrive, e c'è un Regolamento (che ti invito a leggere) il quale invita a non usare parole di contenuto offensivo, pena la cancellazione del profilo utente, e nei casi di recidiva una denuncia alla polizia postale tramite l'utilizzo dell'ID utente, che non è una mail fasulla, ma la carta di identità del tuo computer.
Detto questo, se realmente hai rispetto, noi ti accogliamo con fraternità. Qui ci sono madri che hanno perso i loro figli, o che con amore e per amore, amputano parte della loro vita per accudire quelli che per bontà di Dio, vivono al meglio delle loro possibilità e che sono amati più dei figli sani. Io considero queste madri, e questo luogo, un paradiso lontano dalle schifezze quotidiane di pedofilie, di aborti, di divorzi, di quanto non è nelle corde di chi vuole vivere qui. Viviamo nel mondo, ma non è un delitto considerarsi "non del mondo", e vivere della speranza di chi sa che, oltre questa vita e le sue sofferenze, c'è una Vita che dura in eterno, e nella quale i nostri figli saranno sani, liberi, felici. E' il nostro mondo, è il nostro spazio, è un luogo dove vive e opera solo chi la vede in questo modo. Non è un luogo di polemica e non si chiedono i pareri di tutti. Non è un maurizio costanzo show, è una privata Associazione di persone che è regolata da uno statuto. Stiamo, in sostanza, facendo il nostro lavoro essendo un gruppo di persone che la pensa allo stesso modo e desidera portare il suo messaggio. Chi vuole condividere questo si iscrive, non chi vuole gettare fango. Sono 3 anni che esiste questo sito, e ciò non è mai accaduto, nè desideriamo accada. Ci sono altri blog dove si fanno "discussioni" di questo tipo. Qui non si discute, si condivide nella fraternità, perchè siamo tutte sulla stessa barca. E ci sosteniamo a vicenda, non abbiamo necessità di sentirci buttare palate di feci addosso, ci sono bastati alcuni medici, o alcuni parenti o alcuni amici a farlo a suo tempo. Noi si è fatta un'altra scelta e ce la raccontiamo tra di noi. Non so se mi spiego.
sabrina

Responsabile Forum

Esperto
Esperto
751 Discussioni



Profilo - sabrina
02 giugno 2008 alle 16:13:30 Profilo - sabrinaInvia un messaggio privato s.pietrangeli@gmail.com Rispondi quotando
Modificato il 03 giugno 2008 alle 21:26:33

Qui c'è la risposta di Patry, che purtroppo è stata inavvertitamente cancellata durante degli aggiornamenti. Diceva esattamente questo (era salvata in word):

"Se vi ho offeso vi chiedo umilmente scusa, non era affatto mia intenzione, ci mancherebbe, siete voi stesse vittime, e io vi abbraccio tutte, e tutti..non ho la vostra fede, ma sono altrettanto capace di amare..amo l'umanità che c'è in voi, senza bisogno di trovarla in esseri trascendenti..a me basta vedere un mio simile, per amarlo..quanto alle ferite, ci sono in me come in tutti..e mio figlio, se un giorno troverà il coraggio di soffrire, lui, per non fare soffrire me, gliene sarò grata..mio figlio è stato cresciuto con amore e rispetto..come i vostri figli..che io non mi permetterei mai di definire str..vi auguro tanta serenità e che tutto vada per il meglio x il piccolo Giona e x gli altri.. Patry"

E questa la mia risposta:
Ora vedo la Patry che c'è dietro e ti ringrazio... anche se i nostri figli non si sono fatti carico delle sofferenze per non far soffrire noi. Ogni loro lacrima, quando c'è stata, è per noi una pugnalata, e daremmo la nostra carne al posto della loro. Ma la loro vita è preziosa, e chi siamo noi per decidere di negargliela? Il creato li ha richiesti, noi li abbiamo accolti, semplicemente amandoli.
Rimani con noi, se ciò non ti priva di qualcosa ma ti arricchisce... tu puoi arricchire noi se ci permetti di mostrarti quell'amore che vuole unire e non dividere. Lui, sicuramente più accogliente di noi mamme sensibili e pronte alla guerra per i nostri cuccioli, sicuramente ti ama e vuole farsi conoscere da te.
Quando dicevo che non sei qui per caso, non intendevo qualcosa di malizioso, intendevo dire che non è mai un caso quando Dio ci chiama a vedere qualcosa a noi sconosciuto. E' un richiamo, un bussare alla tua porta. Mettiti in ascolto, non disprezzarlo, sei ancora in tempo a vedere nella tua vita le Sue tracce, che hai scambiato per forza tua, per bravura tua, per successi tuoi. E la sua tenerezza è stata sempre accanto a te, quando faticavi per sopravvivere, per vivere. Se tu lo avessi invocato, lui sarebbe stato pronto a sobbarcarsi la tua fatica, e ciò ti avrebbe regalato una lettura diversa della tua storia di vita. Sei ancora in tempo, perchè non ci provi? Vedi, è questo che muove noi, e pare incomprensibile al mondo intero: il nostro carico di sofferenza, la fatica, l'assurdo, lui lo ha vissuto al nostro posto e ci è arrivata la forza di andare fino in fondo. Ma l'amore ci è rimasto... molte delle nostre mamme hanno vissuto anche il dramma dell'aborto, e ci raccontano come va la loro vita... matrimoni distrutti, attacchi di panico, sensi di colpa. Le mamme che riescono a non farsi ingannare dalla apparente facile soluzione dell'aborto, dopo un anno concepiscono di nuovo serenamente, i matrimoni sono rinsaldati nell'amore, sono serene, non conoscono la disperazione. La sofferenza si, chi può evitarla?, ma disperazione mai, solo tanta speranza e pace.
Resta con noi, se vuoi, Patry. Il confronto non fa paura, forse è servito a fare chiarezza. Le cose che ti ho raccontato sul dolore fetale sono vere, faccio convegni in tutta Italia, con medici di prim'ordine a livello mondiale come Carlo Bellieni (neonatologo, ha scritto libri come "il dolore del feto", "i sogni del feto", "la risorsa down"), e Giuseppe Noia, chirurgo fetale... sono loro che hanno scoperto assieme a tanti altri medici coscienziosi, che il Feto, il bambino in utero, è una creatura vivente con emozioni, sogni, sensazioni. Penso che la maggioranza degli aborti sono frutti di ignoranza, e i restanti frutti di paura. Quanto vorrei che tutte potessero confrontarsi su questo tema prima di decidere di sopprimere la vita che è in loro. Quanto vorrei che non ci fossero più bambini indesiderati, malati... noi pensiamo solo che quando non c'è più nulla da fare per un bambino malato, anche se ancora non-nato, ci sia sempre una cosa da fare: amarlo.
A presto,
Sabrina.
 1  2  3  >>

I nostri banner

 
 © La Quercia Millenaria 
Contattami
Realizzato con ASP-Nuke 2.0.6 derivato da ASP-Nuke v1.2
creato da tntlab ottimizzato per internet explorer
RINGRAZIAMENTI

Questa pagina è stata eseguita in 0,3828125secondi.
Versione stampabile Versione stampabile
nel nostro sito si parla di gravidanza patologica e cura del feto terminale. i nostri specialisti operano terapia fetale invasiva in gravidanza con patologie fetali; alcune patologie sono agenesia renale, ostruzione renale, displasia polmonare, agenesia polmonare ma anche anencefalia. ci troviamo di fronte a un feto con patologie oppure patologie materno fetali.E' importante il rapporto medico paziente specie con il chirurgo fetale. Al policlinico Gemelli, il prof. Noia,collabora presso centro per i feti terminali. Il nostro centro di aiuto con una rete di famiglie e una rete di specialisti - specialisti in chirurgia, pediatria, psicologia, sostegno della coppia- si occupano anche di aborto terapeutico, spina bifida, feto polimalformato e gravidanza patologica amniocentesi. Seguiamo casi di ipoplasia polmonare, displasia renale ed idronefrosi o anche idrope fetale, gozzo fetale, ernia diaframmatica, piede torto. E' importante diagnosi prenatale, un centro di neonatologia, di pediatria, e urologia, per seguire le malformazioni urinarie, le infezioni delle vie urinarie(nell'uretere, uretra, reni, vescica, in caso di rene displastico oppure ipertono vescicale o fimosi, ipospadia,ma anche di epispadia); altri problemi sono idrocefalia ma anche acrania o anencefalia.Casi frequenti di trap sequence, twin twin transfusion syndrome(detta anche ttt-s o trasfusione feto fetale) e cardiopatia fetale.