Forum     

         
 

Iscritti
 Utenti: 958
Ultimo iscritto : madison1234
Lista iscritti

Log in
Login
Password
Memorizza i tuoi dati:

Visitatori
Visitatori Correnti : 49
Membri : 0

Se vuoi ricevere la nostra newsletter devi essere un utente registrato
Iscriviti

microBox

Eventi
<
Giugno
>
L M M G V S D
-- -- -- -- 01 02 03
04 05 06 07 08 09 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 --

Questo mese

Vetrina

 


Vetrina


 
Forum La quercia millenaria-tutela della maternità e della vita nascente
Forum
  GRAVIDANZA: GIOIE E PAURE
      Aspettando il mio bambino...
         Arriva Marco!

Rispondi : Arriva Marco!
Autore Messaggio
raffazana

Utente
Utente
81 Discussioni



Profilo - raffazana
06 novembre 2011 alle 15:45:09 Profilo - raffazanaInvia un messaggio privato Rispondi quotando
Cara Lea, non essere troppo critica con te stessa. Al primo figlio è fondamentale avere un'ostetrica o puericultrice esperta che ti indirizzi e ti dica cosa fare, visto che nessuno "nasce imparato". Io ho avuto questa fortuna e, unitamente alla testardaggine, ce l'ho fatta, ma non è così scontato. Hai provato a chiamare la lega del latte? S vai su internet ci sono i riferimenti anche telefonici della tua zona. So che loro sono molto disponibili, sono mamme che si mettono a disposizione di altre mamme per aiutarle. Io non vi sono ricorsa direttamente, ma una mia amica si.
Ciao, Raffaella
Lea

Avanzato
Avanzato
191 Discussioni



Profilo - Lea
07 novembre 2011 alle 17:34:34 Profilo - LeaInvia un messaggio privato Rispondi quotando
si Raffa, sono seguita anche da loro,ho avuto anche 2 incontri, e le sento quesi tutti i giorni. uno dei problemi è che siccome ero riuscita ad attaccarlo un po tardi, dopo 10gg, aveva perso peso, percio ho dovuto continuare con biberon a tutto spiano, ed un giorno, ha cominciato ad innervosirsi mentre cercavo di attaccarlo...ora piange, ed è una disperazione x me e x lui...se si attacca per 1 minuto al giorno è dire tanto...ma io ho fiducia nel Signore, credo che presto ci possa essere data di nuovo questa possibilità...
biankitas

Moderatore

Esperto
Esperto
306 Discussioni



Profilo - biankitas
08 novembre 2011 alle 12:06:12 Profilo - biankitasInvia un messaggio privato Rispondi quotando
Cara Lea, ti invito a viverla con serenità, se si attacca bene, se non si attacca non fà nulla. L'importante che sia tu che il bambino siate sereni. Ti ripeto Michele (ultimo mio figlio) non l'ho potuto allattare, perchè non avevo latte, ovviamente anch'io ho provato, ma quando ho visto che non c'era nulla e lui si innervosiva, sono passata al latte artificiale, ed è bello e sta bene lo stesso. Stai serena..... NON TI FISSARE... ti fai solo del male. Ok? [lo]
---------------
E poi verrà a visitarci dall'Alto un Sole che Sorge!
raffazana

Utente
Utente
81 Discussioni



Profilo - raffazana
10 novembre 2011 alle 15:12:33 Profilo - raffazanaInvia un messaggio privato Rispondi quotando
Sono d'accordo con Bianca. Capisco bene il tuo desiderio, che è più che legittimo, ma cerca di godere di tutti i bellissimi momenti che puoi godere col tuo bimbo, al di là dell'allattamento (che è comunque qualcosa che si esaurisce dopo un certo periodo).
Cerca di essere più serena, fai tutto quello che puoi, ma devi anche darti un limite. Un abbraccio.
arianna

Principiante
Principiante
17 Discussioni



Profilo - arianna
12 novembre 2011 alle 22:42:38 Profilo - ariannaInvia un messaggio privato Rispondi quotando
Cara Lea,
posso solo dirti per esperienza di restare serena. Lo stress e l'ansia sono i peggior nemici dell'allattamento! Se desideri provare ancora ad allattare tuo figlio, fallo, ma restando serena. Quasi nessun allattamento, anche se partito male e con fatica, e' irrecuperabile. Continua a farti seguire ed aiutare da persone competenti, e comunque andranno le cose saprai che hai fatto del tuo meglio!
Auguri!
Arianna
Lea

Avanzato
Avanzato
191 Discussioni



Profilo - Lea
13 novembre 2011 alle 15:18:38 Profilo - LeaInvia un messaggio privato Rispondi quotando
grazie ancora ragazze... il mio piccolo si è riattaccato,non sempre, ma lo fa di nuovo...però...(forse sono proprio io la causa) sento lo stesso dolore lancinante che sentivo i primi tempi e percio ogni tanto lo stacco...proprio non mi voglio accontentare...che Dio mi perdoni...che frana che sono... [big]
baci da me e Marco
viemme

Principiante
Principiante
3 Discussioni



Profilo - viemme
13 novembre 2011 alle 19:32:13 Profilo - viemmeInvia un messaggio privato Rispondi quotando
Cara Lea,
quando 5 anni fa è nato il mio ultimo figlio, inaspettatamente i primi giorni di allattamento sono stati molto dolorosi ( avevo già allattato diverse volte e non mi era mai capitato nulla del genere ): mi sembrava di sentire degli spilli, il piccolo si attaccava male, erano saltate fuori anche le ragadi. Per fortuna ero in un ospedale piuttosto grosso e un' ostetrica si è resa conto poteva trattarsi di un' infezione da candida ( non sapevo proprio che potesse colpire il seno ). Mi ha fatto usare una pomata ( Daktarin 2% gel orale = Miconazolo ) con la quale ungevo il capezzolo, non ricordo se 3 o 5 volte al giorno, prima di allattare: nel giro di pochi giorni il male è passato e ho poi allattato per quasi 2 anni.
Informati comunque bene dai dottori ( o dalle ostetriche);spero che tutto vada a posto.
Tantissimi auguri a te e al piccolo Marco.
Mariangela
biankitas

Moderatore

Esperto
Esperto
306 Discussioni



Profilo - biankitas
16 novembre 2011 alle 20:11:58 Profilo - biankitasInvia un messaggio privato Rispondi quotando
Cara Lea, parlane col medico. Così ti puoi assicurare se il bambino si attacca bene, alcune volte il grande dolore è perchè il piccolo non si attacca bene e potreppe anche essere la causa della tua difficoltà per allattarlo, non darti colpe.... tutte noi abbiamo imparato e anche tu riuscirai a farlo. Baci e ricorda sempre vivi nella serenità [lo]
---------------
E poi verrà a visitarci dall'Alto un Sole che Sorge!
raffazana

Utente
Utente
81 Discussioni



Profilo - raffazana
18 novembre 2011 alle 18:58:16 Profilo - raffazanaInvia un messaggio privato Rispondi quotando
Cara Lea, col mio primo figlio devo dire che l'avvio all'allattamento è stato dolorosissimo, per almeno due mesi, tanto che non riuscivo neanche ad attaccarlo da sola tanto era il male, mi erano comparsi tagli e pensavo che non sarei mi riuscita ad allattare come tutte le altre. Solo la mia capa tosta ha fatto si che io abbia continuato, usavo varie creme per guarire dai tagli e per ammorbidire il capezzolo. Solo in seguito ho capito che il mio capezzolo doveva abituarsi, la pelle si è via via ispessita e i tagli sono guariti. Dopo due mesi, è stato bellissimo allattare. Occhio però che l'attaccatura sia corretta. Continua a farti seguire da persone esperte e tieni duro. Se ha ricominciato è buon segno!!! [lo]
Lea

Avanzato
Avanzato
191 Discussioni



Profilo - Lea
10 dicembre 2011 alle 22:47:32 Profilo - LeaInvia un messaggio privato Rispondi quotando
ciao amiche, il mio piccolo procede piuttosto bene, mangia latte artificiale e poche gocce del mio, ma andiamo avanti benino tra coliche e piantini "fisiologici".
solo la scorsa settimana per un semplice episodio di reflusso, mia mamma che lo teneva in braccio si è spaventata e mi ha detto di andare in ospedale perche sembrava si strozzasse...li, rivoltato come un calzino, povero...ago cannula, prelievi, monitoraggi, ma non aveva nulla, poi...un medico lo ha ulteriormente visitato e ha detto che sentiva qualcosina pertanto urgeva una lastra al torace...io ho sentito come una forza dentro di me che mi spingeva a portarmelo via perche sapevo che non era nulla...ma..poi presa dalla stanchezza, gliela abbiamo fatta fare (risultato negativo, ovvio) ed ora sto pregando affinche quei raggiX a poco piu di un mese dalla nascita non siano stati nocivi per lui, vi chiedo una preghiera anche a voi, sempre che non inorridiate perche questo vi puo sembrare una stupidata rispetto a tante cose affrontate da alcuni dei nostri figli..
baci a tutti che Dio vi Benedica
 <<  1  2  3  >>

I nostri banner

 
 © La Quercia Millenaria 
Contattami
Realizzato con ASP-Nuke 2.0.6 derivato da ASP-Nuke v1.2
creato da tntlab ottimizzato per internet explorer
RINGRAZIAMENTI

Questa pagina è stata eseguita in 0,3886719secondi.
Versione stampabile Versione stampabile
nel nostro sito si parla di gravidanza patologica e cura del feto terminale. i nostri specialisti operano terapia fetale invasiva in gravidanza con patologie fetali; alcune patologie sono agenesia renale, ostruzione renale, displasia polmonare, agenesia polmonare ma anche anencefalia. ci troviamo di fronte a un feto con patologie oppure patologie materno fetali.E' importante il rapporto medico paziente specie con il chirurgo fetale. Al policlinico Gemelli, il prof. Noia,collabora presso centro per i feti terminali. Il nostro centro di aiuto con una rete di famiglie e una rete di specialisti - specialisti in chirurgia, pediatria, psicologia, sostegno della coppia- si occupano anche di aborto terapeutico, spina bifida, feto polimalformato e gravidanza patologica amniocentesi. Seguiamo casi di ipoplasia polmonare, displasia renale ed idronefrosi o anche idrope fetale, gozzo fetale, ernia diaframmatica, piede torto. E' importante diagnosi prenatale, un centro di neonatologia, di pediatria, e urologia, per seguire le malformazioni urinarie, le infezioni delle vie urinarie(nell'uretere, uretra, reni, vescica, in caso di rene displastico oppure ipertono vescicale o fimosi, ipospadia,ma anche di epispadia); altri problemi sono idrocefalia ma anche acrania o anencefalia.Casi frequenti di trap sequence, twin twin transfusion syndrome(detta anche ttt-s o trasfusione feto fetale) e cardiopatia fetale.