Forum     

         
 

Iscritti
 Utenti: 956
Ultimo iscritto : Antonellaizzo
Lista iscritti

Log in
Login
Password
Memorizza i tuoi dati:

Visitatori
Visitatori Correnti : 36
Membri : 0

Se vuoi ricevere la nostra newsletter devi essere un utente registrato
Iscriviti

microBox

Eventi
<
Novembre
>
L M M G V S D
-- -- 01 02 03 04 05
06 07 08 09 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 -- -- --

Questo mese

Vetrina

 


Vetrina


 
Forum La quercia millenaria-tutela della maternità e della vita nascente
Forum
  GRAVIDANZA: GIOIE E PAURE
      Aspettando il mio bambino...
         Il mio bambino-ho bisogno di sostegno

Il mio bambino-ho bisogno di sostegno
Autore Messaggio
alyena

Amatore
Amatore
37 Discussioni



Profilo - alyena
09 maggio 2017 alle 23:18:08 Profilo - alyenaInvia un messaggio privato Rispondi quotando
Ciao a tutti. Tempo fa ho scritto qualche volta in questo forum chiedendo sostegno (e l'ho ricevuto) e avevo anche dialogato molto piacevolmente con Lucia, la mamma di Stella, che saluto affettuosamente (non ci siamo più sentite).
Questa non è la sezione giusta perchè io non sono in dolce attesa, ma è l'unica con messaggi recenti. Dovrei scrivere in "richieste di preghiera", ma mi permetto di farlo qui, altrimenti temo non leggerebbe nessuno. Sto vivendo un momento terribile perchè il mio bambino di 2 anni e mezzo presenta un ritardo rispetto ai suoi coetanei, e ci è stata prospettata da alcuni specilisti l'ipotesi del ritardo mentale vero e proprio. Ora dovrà fare molti altri esami, ma sono molto preoccupata. Potrei dire quasi disperata...può sembrare esagerato, ma mi è crollato il mondo addosso (anche se non c'è ancora una diagnosi definitiva). Mi chiedo che vita avrà mio figlio, che vita avremo noi genitori, sua sorella, cosa potrà fare nella vita...credo di averlo già scritto in passato, io sono figlia unica e desideravo ardentemente una bella famiglia, magari con 3 o 4 figli, ma per motivi vari sono riuscita ad avere la prima figlia solo a 36 anni, e il secondo a 39. Considerata la mia età, situazione economica a altre cose, questi saranno i nostri unici 2 figli, e ora sto vivendo una situazione piena di contraddizioni che mi fa vergognare di me stessa: pur adorando mio figlio, mi viene a volte da pensare che per sua sorella sarebbe stato meglio restare figlia unica che avere un fratello ritardato. Mi sento in colpa per la sorella, per lui per averlo messo al mondo, e mi trovo ad affrontare problemi anche per me stessa (ho sempre sofferto d'ansia) ma sento di non farcela, vorrei rinchiudermi in una stanza e isolarmi dal mondo, vorrei fuggire (neanche io so dove) vorrei che fosse un brutto sogno, che tutto ciò non stesse accadendo...mi rendo conto che forse mi sto fasciando la testa prima di essermela rotta, ma alla visita di oggi il neuropsichiatra non ci ha lasciato molte speranze. Del resto io mi rendo conto che il bimbo è molto indietro, che non capisce (a volte sembra di si, ma saranno illusioni di noi genitori) che progressi ne fa ma piccolissimi e lentissimi, veramente molto scarsi.Spero davvero di non offendere nessuno entrando qui disperata per qualcosa che paragonato ad altre patologie può sembrare di lieve entità. I miei figli sono tutto per me, e non ho neanche la Fede a sostenermi. Mio marito almeno ha quella.
Può sembrare una contraddizione chiedere delle preghiere, ma anni fa mi ha aiutato molto scrivere qui, per cui se non sono inopportuna...posso chiedere qualche preghierina? Il mio bambino si chiama Valerio.
GRAZIE
sabrina

Responsabile Forum

Esperto
Esperto
751 Discussioni



Profilo - sabrina
13 maggio 2017 alle 13:30:58 Profilo - sabrinaInvia un messaggio privato s.pietrangeli@gmail.com Rispondi quotando
Tesoro, certo che pregheremo per Valerio!, e anche per te. Perchè è giusto che tu sia sostenuta, la qualità della sua vita dipende soprattutto da quanto si sentirà amato. Anche i suoi progressi saranno più forti se lo sosterrete con tutti voi stessi. E' vero che adesso sei traumatizzata da questa notizia, senti un senso di rifiuto per la storia che ti trovi a vivere e che è inaspettata, perchè ti ritrovi con un bambino "diverso" da quel che credevi. E' la storia delle diagnosi delle nostre mamme, ma riceverla due anni dopo la nascita credo sia davvero lacerante. Piano piano dovrai entrare in questo nuovo setting, una situazione nuova, quasi un nuovo figlio che sono certa saprai amare per quello che è. L'unica raccomandazione che ti faccio è: se vedi che non ce la fai, se senti di crollare sotto il peso di tutto questo, cerca aiuto. Fatti seguire in analisi per un periodo. Meriti di esser felice nonostante le circostanze, lo merita tutta la tua bella famiglia. Lo so che non hai fede, però dal di fuori sento che ciò che ci viene dato in dono come figlio, comunque egli sia, è quello giusto per noi. Ti abbraccio con tantissimo affetto, tesoro. Forza!!!!
alyena

Amatore
Amatore
37 Discussioni



Profilo - alyena
28 maggio 2017 alle 22:16:06 Profilo - alyenaInvia un messaggio privato Rispondi quotando
GRAZIE SABRINA, e grazie di cuore a chiunque abbia letto il mio messaggio!
Devo dire che qualche progresso il bimbo lo sta facendo, per cui mi sento più fiduciosa :)
Ora abbiamo già 5 appuntamenti per varie visite specialistiche e stiamo facendo psicomotricità, con risultati positivi.
Una diagnosi definitiva non c'è stata, quando la neuropsichiatra ha visto Valerio, lui aveva anche la febbre alta, per cui ha avuto l'impressione di un bimbo meno "sveglio" (ci siamo resti conto dopo che scottava!). E' sempre stato un pò in ritardo sulla tabella di marcia rispetto al normale sviluppo dei bambini, noi pensavamo fosse solo una sua caratteristica (la sorella ha iniziato tardi a parlare) ma l'asilo ci ha allertarti. Ora siamo fiduciosi ma sicuramente faremo tutte le visite!
Vi terremo aggiornati e ancora
GRAZIE!!!
[lo]

I nostri banner

 
 © La Quercia Millenaria 
Contattami
Realizzato con ASP-Nuke 2.0.6 derivato da ASP-Nuke v1.2
creato da tntlab ottimizzato per internet explorer
RINGRAZIAMENTI

Questa pagina è stata eseguita in 0,171875secondi.
Versione stampabile Versione stampabile
nel nostro sito si parla di gravidanza patologica e cura del feto terminale. i nostri specialisti operano terapia fetale invasiva in gravidanza con patologie fetali; alcune patologie sono agenesia renale, ostruzione renale, displasia polmonare, agenesia polmonare ma anche anencefalia. ci troviamo di fronte a un feto con patologie oppure patologie materno fetali.E' importante il rapporto medico paziente specie con il chirurgo fetale. Al policlinico Gemelli, il prof. Noia,collabora presso centro per i feti terminali. Il nostro centro di aiuto con una rete di famiglie e una rete di specialisti - specialisti in chirurgia, pediatria, psicologia, sostegno della coppia- si occupano anche di aborto terapeutico, spina bifida, feto polimalformato e gravidanza patologica amniocentesi. Seguiamo casi di ipoplasia polmonare, displasia renale ed idronefrosi o anche idrope fetale, gozzo fetale, ernia diaframmatica, piede torto. E' importante diagnosi prenatale, un centro di neonatologia, di pediatria, e urologia, per seguire le malformazioni urinarie, le infezioni delle vie urinarie(nell'uretere, uretra, reni, vescica, in caso di rene displastico oppure ipertono vescicale o fimosi, ipospadia,ma anche di epispadia); altri problemi sono idrocefalia ma anche acrania o anencefalia.Casi frequenti di trap sequence, twin twin transfusion syndrome(detta anche ttt-s o trasfusione feto fetale) e cardiopatia fetale.